Film,  Rubriche

5 film sullo sport da non perdere

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Tra tanti titoli che avrei potuto scegliere questi 5 film sullo sport mi hanno colpito per valori, contenuti e trama, meritano quindi di essere visti o riscoperti.

5 film sullo sport: lezioni di vita intramontabili

Miracle, 2004 – Gavin O’Connor

E’ un film che guarderei in loop non solo per le scene di hockey spettacolari ma anche per la grandissima spinta emotiva che trasmette.
Il film si basa sulla storia vera dell’allenatore Herb Brooks. Nelle olimpiadi del 1980 portò l’America sul gradino più alto del podio battendo l’URSS (Unione Sovietica) ed entrando nella storia dello sport come il miracolo sul ghiaccio.

Per lunghi tratti vi sembrerà di rivedere un qualsiasi film sullo sport dalla trama scontata ma questa non è una favola, è storia. Il film lascia, infatti, importanti spunti di riflessione sulla crisi politica ed economica vissuta dall’America tra il 1979 e il 1980, anni in cui l’America cadde in una profonda depressione emotiva che fu riscattata dal successo di questi giovani ragazzi.
Herb Brooks (Kurt Russell) dimostrerà come il sacrificio, l’impegno e la preparazione possano farvi raggiungere qualsiasi risultato e vi porterà a credere che i miracoli sì, a volte sono possibili.

Il sapore della vittoria – Uniti si vince, 2000 – Boaz Yakin

Siamo in Virginia nel 1971, uno stato americano da sempre oscurato dallo spettro del razzismo. E’ qui che l’allenatore Herman Boone è chiamato dal comitato scolastico ad allenare i giovani ragazzi del liceo T.C. Williams Alexandria. Anche in questo caso il film, tratto da una storia vera, non deve essere giudicato dal punto di vista tecnico; se escludiamo la solita interpretazione magistrale di Denzel Washington, la pellicola non è stata immune alle critiche.

Questo film va visto con il cuore, va vissuto. Il football con la sua durezza e i suoi scontri titanici passano decisamente in secondo piano. Quello che colpisce è che i Titans non solo abbiano compiuto un’impresa sportiva sontuosa ma abbiano vinto soprattutto fuori dal campo andando oltre qualsiasi merito sportivo e superando la difficoltà di uno stato di far convivere due razze differenti.

Invictus, 2009 – Clint Eastwood

Non importa quanto sia stretto il passaggio,
quanto piena di castighi la vita,
Io sono il padrone del mio destino:
Io sono il capitano della mia anima.

William Ernest Henley

Tratto da vicende realmente accadute il film narra dell’insediamento in Sudafrica di Nelson Mandela (interpretato da Morgan Freeman) alla presidenza della nazione dopo la caduta del regime dell’apartheid.

La coppa del mondo del 1995 di Rugby, ospitata proprio dal Sudafrica, fu per Nelson Mandela l’occasione giusta per tentare di rafforzare l’orgoglio nazionale e lo spirito comunitario interrazziale attraverso il tifo per la nazionale di Rugby. Politica e sport diventano un tutt’uno e i dialoghi con il capitano della squadra François Pienaar (interpretato da Matt Damon) lezioni di vita. Due uomini tanto diversi, a partire dal colore della pelle, quanto uniti nel comprendere di essere i portavoce di una nascente consapevolezza nazionale.
Ancora una volta lo sport è il mezzo per raggiungere obbiettivi più nobili. La vittoria contro i forti All Blacks rappresenta la svolta per il riavvicinamento della popolazione nera con la popolazione bianca.

La poesia “Invictus” di William Ernest Henley utilizzata da Nelson Mandela per alleviare gli anni della sua prigionia è meravigliosa. Se volete leggerla vi lascio qui a fianco il link: https://www.poesiedautore.it/william-ernest-henley/invictus

Coach Carter, 2005 – Thomas Carter

E’ un film tratto dalla storia vera di Ken Carter, ex giocatore di basket. Allenò gli Oilers, squadra del liceo Richmond, dal 1997 al 2002. La squadra era composta da giovani provenienti da famiglie molto povere e la maggior parte di loro già indirizzati verso la delinquenza.
Proprio per questo motivo il primo passo di Carter (interpretato da Samuel L. Jackson) fu quello di farsi rispettare dai ragazzi e insegnare loro educazione e rispetto delle regole.
Educatore o allenatore? Quello che apprezzo di più in questa pellicola è l’unione tra questi due ruoli. Carter ha istruito i ragazzi sull’importanza dell’educazione in ogni singolo ambito della vita e li ha aiutati a imparare valori come sacrificio ed etica del lavoro e essere consapevoli che la loro vita potesse migliorare solo con l’istruzione.

Negli anni in cui fu allenatore degli Oilers, Ken Carter, non esitò a bloccare la squadra (imbattuta) per onorare gli impegni accademici presi con i suoi ragazzi. Si laurearono tutti e questa, di sicuro, fu la sua più grande vittoria.

Glory Road, 2006 – James Gartner

Non amo il basket, inutile nasconderlo, ma questo film mi ha veramente emozionato. Tratto dalla storia del leggendario Don Haskins, neo allenatore dei Texas Western Miners che nel 1965 si mise alla ricerca di giovani talenti.
Nonostante i fermenti politici e razziali in atto unì la semplicità del gioco delle ricche università dei bianchi con le schiacciate e giocate spettacolari dei ghetti; formò cosi una squadra composta da cinque giocatori bianchi e sette fuoriclasse afroamericani.

Il campionato dei Texas Miners fu incredibile, 23 vittorie e una sola sconfitta portarono la squadra a disputare la famosa finale contro l’università del Kentucky. Proprio in quella occasione Don Haskins decise di schierare il quintetto base con soli giocatori di colore entrando pochi anno dopo nella Wall of Fame del basket. Una lezione di coraggio e di vita che rendono la pellicola un must per tutti gli amanti del genere.

5 film sullo sport

If you played them 10 times they might win 9. But not this game. Not. Tonight.

Herb Brooks – Do you believe in miracle? YES!!!

Spero che apprezzerete questi film. Lasciate un commento qui sotto e condividete questo articolo se vi è piaciuto.

Leave a Reply