Libri,  Thriller

La ragazza del treno, di Paula Hawkins

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Recensione: La ragazza del treno è un romanzo di Paula Hawkins dal quale è stato tratto l’omonimo film nel 2016. È un thriller che ha venduto oltre tre milioni di copie negli USA e in Italia è edito Piemme.

La ragazza del treno, l'autrice Paula Hawkins

La trama

Rachel vive da sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno per andare a lavorare. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino può osservare le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma a uno stop – quello stop – può spiare una coppia, un uomo e una donna che ogni mattina fanno colazione in veranda. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta.

Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. L’ idillio di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos’ha visto davvero Rachel?

Analisi di La ragazza del treno

La ragazza del treno è un libro thriller dalla struttura molto curiosa. Il punto di vista della narrazione varia di capitolo in capitolo: il narratore esterno viaggia da Rachel, ad Anna, a Megan. La storia, quindi, viene inquinata dai diversi punti di vista e porta il lettore a trarre continue conclusioni affrettate.

Rachel e Anna si conoscono, ma tra loro non corre buon sangue: Rachel è infatti l’ex moglie dell’attuale marito di Anna. Non aiuta il rapporto la dipendenza dall’alcol di Rachel: tracanna alcolici continuamente, come a riempire il vuoto che la solitudine le crea ogni giorno.

Anna è una donna esasperata dall’ex moglie del marito. È anche mamma di una bambina di nome Evie. Dalla piccola cerca di tenere a distanza la minacciosa presenza di Rachel, per nulla affidabile e con manie di stalking.

Megan è, seppur indirettamente, il vero personaggio protagonista della storia. Infatti, è attorno alla sua scomparsa che la storia del romanzo si snoda. Una sera giunge la notizia della scomparsa della donna, la stessa sera in cui Rachel si risveglia stordita e ferita dopo aver alzato troppo il gomito.

In un quadro del genere, il lettore si ritrova frastornato dai continui cambi di punti di vista, il che acuisce quel senso di inquietudine che un solo un thriller ben scritto sa dare. Impossibile staccarsi dalle pagine di questo romanzo!

Le mie opinioni su La ragazza del treno

Ho letto La ragazza del treno appena dopo un altro bellissimo thriller, a mio avviso decisamente superiore: L’uomo del labirinto, di cui prossimamente vi parlerò. Stavo attraversando quella fase di vuoto intenso che si prova al termine di una splendida lettura, quando sullo scaffale dei thriller della mia libreria di fiducia, mi sono imbattuta in questo libro. Ovviamente le aspettative erano molto alte e anche se non sono pienamente state soddisfatte, ho qualche lancia da spezzare a favore di questo romanzo. La struttura è ben costruita, così come la trama. La scelta dell’autrice di variare il punto di vista della narrazione, secondo me è stata geniale. È proprio vero che il lettore si sente disorientato da questi continui cambi di prospettiva, lasciando così aperta la possibilità che si perda alcuni dei dettagli fondamentali per scoprire il colpevole.

Consiglieresti La ragazza del treno?

Decisamente sì, è un libro che per gli amanti del thriller è davvero intriso di mistero e colpi di scena. Spero di avervi incuriositi, e se così fosse, vi lascio anche il link di Amazon, così potrete acquistarlo direttamente dal mio link:

https://amzn.to/2QOkUmG

Ne approfitto per ricordarvi che, acquistando da uno dei miei link, contribuirete attivamente alla crescita e a una più efficiente manutenzione di questo blog, per questo vi ringrazio anticipatamente.

2 commenti

  • Valentina

    Ammetto di aver iniziato a vedere il film ma che mi sono addormentata a metà… xD però ciò non toglie che potrei dare una chance al libro. Oltretutto dovrebbe averlo già mia madre.

    • Giulia

      Il libro è decisamente migliore del film, farò una recensione anche sul film comunque, prima o poi, con un bel paragone col libro, in modo che si possano avere le idee più chiare! 😄

Leave a Reply