Fantascienza,  Serie TV

3% – 2016-2020

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Recensione: 3% è una serie TV brasiliana distribuita da Netflix dal 2016 al 2020. Appartiene al genere fantascientifico ed è ambientata in un futuro in cui il mondo è diviso tra la devastazione e un “lato migliore”.

i personaggi della serie tv 3%

La trama di 3%

La serie è ambientata in un mondo post apocalittico, frutto di diverse crisi ambientali ed economiche. Cento anni dopo, in Brasile, la maggior parte della popolazione vive nel “Continente”, nella versione italiana chiamato Entroterra, una grande favela in cui mancano i beni essenziali: acqua, cibo ed energia elettrica. Tutti i cittadini, al compimento dei venti anni, hanno diritto a partecipare al “Proceso” (in italiano Processo), una selezione composta da dure prove e che offre l’unica chance di andare a vivere nel Maralto (Offshore). Il Maralto è un’isola in cui è possibile una vita ricca grazie all’abbondanza di cibo, acqua e tecnologie avanzate. Solamente il 3% dei candidati supererà il Proceso.

I personaggi e il cast

I personaggi di 3% sono moltissimi, pertanto, per comodità e chiarezza, di seguito elencherò solo quelli principali.

Ezequiel

Interpretato da João Miguel, è uno dei personaggi principali della serie, ed è il supervisore e responsabile del Proceso. È anche a capo del team che idea le difficili prove che i vari candidati devono affrontare per accedere al Maralto. Personaggio molto singolare, è difficile inquadrarlo come simpatico o antipatico.

Michele

Interpretata da Bianca Comparato, è una delle migliaia di candidati del Proceso e anche un’infiltrata della Causa, un movimento di ribelli il cui obiettivo è quello di sabotare la selezione e rendere accessibili a tutti gli agi del Maralto. Non ha una famiglia di provenienza. È stata cresciuta dal fratello maggiore, il quale è sparito dopo la sua partecipazione alla selezione.

Fernando

Michel Gomes è l’attore che interpreta Fernando, un ragazzo disabile su una carrozzina di fortuna costruita dal padre. Figlio di un pastore della Chiesa devota al Proceso, Fernando è determinato, ha studiato per anni il Proceso e ha come unico obiettivo quello di superarlo. Durante la selezione stringerà un forte rapporto con Michele.

Rafael

È interpretato da Rodolfo Valente e proviene da una famiglia numerosa. Ha rubato il chip di registrazione a uno dei suoi fratelli minori, per ripetere il Proceso dopo aver fallito alla selezione dell’anno precedente.

Joana

Interpretata da Vaneza Oliveira, Joana è un’orfana e pertanto non avrebbe diritto a partecipare al Proceso, dal momento che non è mai stata registrata. Tuttavia, proprio come Rafael, ha rubato il chip a un’altra persona e partecipa alla selezione per potersi lasciare alle spalle un passato difficile.

Analisi di 3%

locandina della serie tv 3%

È una serie appartenente al genere distopico, e vede come protagoniste due fazioni principali: il Proceso e la Causa. Il primo è stato ideato dalla Coppia Fondatrice, la quale aveva come obiettivo quello di garantire alle persone un luogo sicuro e florido in cui vivere. Tuttavia, le risorse per l’intera popolazione erano davvero limitate e non avrebbero risolto alcun problema se avessero ammesso tutti. Così organizzarono il primo Proceso, e solo i più meritevoli avrebbero avuto una vita degna. La Causa, invece, si batte conto questa dura selezione, in favore di un Maralto aperto a tutti.

Sebbene la Causa continui imperterrita nei suoi tentativi di sabotaggio della selezione, il Proceso segue la propria strada senza accusare nessun genere di disturbo.

È in questo contesto che si inquadrano i personaggi principali sopra menzionati. Da una parte, quindi, avremo Ezequiel, capo del Proceso 104, e dall’altra Michele, che si infiltra per tentare di distruggere il Proceso dall’interno. Gli altri personaggi si distingueranno per la loro tempra e il loro valore.

Le mie opinioni su 3%

Guardai 3% per la prima volta a pochi giorni dalla sua uscita sulla piattaforma di Netflix. Ricordo che avevo mille pregiudizi a riguardo, in quanto non sono solita guardare serie TV diverse da quelle americane. Invece mi sorprese parecchio. La trama è ben costruita, i personaggi sono facili da amare o da odiare, anche se su Ezequiel sono stata indecisa per molto, molto tempo. È interessante la divergenza tra il Proceso e la Causa. Ognuna delle due fazioni crede fermamente nella propria missione, argomentando le scelte operate con una logica ineccepibile. Lo spettatore non fa che parteggiare per una fazione o per l’altra provando per entrambe simpatia e antipatia a intermittenza.

Consiglieresti 3%?

Assolutamente sì, è una delle serie TV più belle e meglio costruite che io abbia mai visto negli ultimi anni. Tra la trama senza lacune e i personaggi delineati alla perfezione grazie anche agli attori che li interpretano, resta nella top 3 delle serie TV che preferisco in assoluto.

Vi lascio qui sotto il trailer della prima stagione, in lingua originale e sottotitolato in inglese:

Lascia una risposta